Archivio di maggio 2013

La giusta scelta

Il pomeriggio di domenica 12 maggio ho avuto il piacere di assistere presso l’Auditorium della Figc (Federazione Italiana Gioco Calcio) di Ancona alla prima nazionale dell’ultimo romanzo intitolato “La giusta scelta” dello scrittore e giornalista RAI Giancarlo Trapanese. Non posso non raccontare in questo sito che vede anche l’amico Giancarlo in redazione, le emozioni provate durante la presentazione del suo libro, di fronte ad una calorosissima platea di quasi cinquecento persone. In un’occasione come questa non si poteva certo mancare! Ormai Giancarlo di libri ne ha scritti diversi (questo è il nono), ma domenica dal suo viso traspariva comunque tanta commozione, pur se mitigata dal supporto dei due relatori e del moderatore Vittorio Carloni che sedevano al suo fianco. A completare e rendere ancora più bello il pomeriggio, le esibizioni al violino di Marco Santini e delle artiste Grazia Barboni e Giovanni Seneca alla chitarra. E poi un omaggio ai colori con l’originale performance itinerante del pittore fanese Mei, che ha realizzato in diretta un meraviglioso quadro donato per volontà di Trapanese alle Patronesse dell’Ospedale Salesi di Ancona.

Prima di essere uno scrittore Giancarlo è un Uomo, una persona davvero straordinaria che non si esime mai dal desiderio profondo di esprimere sentimenti e pensieri in tutte le sue opere letterarie.
“La giusta scelta” tratta temi importanti per ognuno di noi: l’onestà, il rapporto padre-figlio, il riconoscimento del merito. Protagonista è un bancario sfortunato di nome Sauro Rocchi, la cui vita ruota attorno a tante disavventure reali, molte delle quali sono state raccolte direttamente dall’autore attraverso il social network facebook, in seguito ad un appello da lui stesso lanciato. “Aiutatemi con le vostre testimonianze a scrivere il mio nuovo libro!”. Giancarlo ci insegna che nell’era della multimedialità anche la stesura di un romanzo può essere interattiva! Così come interattiva è stata la presentazione di domenica, quando ad un certo punto l’autore si è collegato in diretta skype con Ercole Musso e Loredana Branca (anche loro conosciuti su facebook), gestori del ristorante “La Dolce Vita”, nelle Isole Cayman. La trama del romanzo infatti ad un tratto si trasferisce magicamente in questa terra lontana, paradiso del lusso, della ricchezza e delle belle donne. Il romanzo di Trapanese a quanto pare si presta ad essere davvero “multitasking” tanto che qualcuno ha già pensato di farne addirittura una trasposizione cinematografica o teatrale. Durante la prima nazionale infatti è stato proiettato un divertentissimo (e attualissimo) cortometraggio diretto dal regista Piantadosi, come promo di un futuro possibile film.
I due relatori presenti, Francesco Scarabicchi e Antonio Luccarini, hanno raccontato il romanzo il cui leit motiv è il destino segnato da sconfitte e delusioni. Non si tratta però di un destino avverso che ha l’ultima parola su tutto, bensì di un destino aperto. La stessa parola destino deriva dal greco “femì”, ossia “ciò che è detto e non è stato ancora realizzato”. Il protagonista Sauro Rocchi sembra un perdente, ma in realtà si scoprirà un talento come hacker dei computer e questo gli permetterà di cambiare e dare una svolta al suo orizzonte.
Trapanese, con “La giusta scelta” ci regala un romanzo nuovo, dove esplode la struttura filmica e la fiction in atto, con una scrittura nuova, non più cupamente tragica o impegnata, ma libera, semplice e immediata, senza tanti orpelli. Un libro divertente e teneramente dedicato alla sua famiglia “per restituirle qualcuno dei tanti sorrisi che mi ha donato”, scrive Giancarlo.
Ed ora… non ci resta che leggerlo!

Benedetta Grendene